Viaggio a Delhi (India): dove iniziare?

Delhi presenta due mondi molto diversi di vivere, Nuova Delhi e Vecchia Delhi. La prima, inaugurata dagli inglesi nel 1931 come capitale imperiale, è la capitale moderna della nazione e sede del governo, mentre la Vecchia Delhi è considerata da molti come il cuore simbolico della grande area metropolitana.

Come una delle regioni più popolose del mondo, Delhi è un mix inebriante di tradizione e modernità, importante sia come centro religioso che come porta internazionale commerciale. La sua storia è vecchia quanto l’antico fiume Yamuna, uno dei fiumi più sacri dell’Induismo e una linea di demarcazione naturale tra Nuova Delhi a ovest e Vecchia Delhi a est.

Ma cosa vedere e fare a Delhi e Nuova Delhi?

Il Forte Rosso

A nostro giudizio, il punto di partenza non può che essere il Forte Rosso, costruito da Shah Jahan nel 1648 e sede del potere Mughal fino al 1857. Questa splendida struttura, con le sue alte mura di arenaria rossa, copre un’area di più di due chilometri quadrati, la cui totalità è a forma di mezzaluna e circondata da un fossato. L’impressionante entrata principale, la Porta di Lahore, è così chiamata perché si affaccia verso Lahore in Pakistan, mentre l’ancora più grande Porta di Delhi era usata dall’imperatore per le processioni cerimoniali.

Entrando attraverso la Porta di Lahore, i visitatori raggiungono Chhatta Chowk, un bazar coperto del XVII secolo dove si possono acquistare articoli come sete, gioielli, gemme e argenteria, insieme a souvenir e prodotti alimentari. La Naubat Khana all’interno del Forte Rosso ospitava i musicisti che suonavano per l’imperatore, e le sue belle gallerie contengono ancora molti strumenti musicali interessanti come timpani, gong e cimbali. Diwan-i-Am, la Sala delle Udienze Pubbliche, dove l’imperatore riceveva i suoi sudditi, è anch’essa da vedere per il suo splendido marmo bianco.

Qutub Minar

Un altro punto di attrazione imperdibile per chi si reca per la prima volta a Delhi è il bellissimo Qutub Minar, il minareto più alto dell’India e ora patrimonio mondiale dell’UNESCO, che attira molti visitatori internazionali desiderosi di salire in cima per la sua vista mozzafiato sull’area circostante.

Questa torre ornata di cinque piani si innalza per più di 70 metri ed è ricoperta di intricate incisioni con la storia di Qutub e iscrizioni dal Corano. È anche notevole per essere costruita con diversi tipi di pietra (i primi tre piani sono fatti di arenaria rossa, mentre il quarto e il quinto piano sono stati costruiti con marmo e arenaria).

Il complesso comprende anche la Quwwat-ul-Islam Masjid, una moschea alla base della torre; una porta costruita nel 1310; le tombe di Altamish, Alauddin Khalji e Imam Zamin; e una colonna di ferro di 2000 anni, l’Alai Minar.

Una varietà di altre tombe importanti può essere vista nei Lodi Gardens, un parco cittadino di Nuova Delhi che copre circa 90 acri di terreno. Questo ex sito di Lodi (i Lodi hanno governato parti dell’India settentrionale prima del 1600) è un luogo particolarmente popolare per i residenti per passeggiare, rendendolo una destinazione eccezionale per i turisti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi