Visita alla Cattedrale di Siviglia

La Cattedrale di Siviglia è la più grande cattedrale gotica della cristianità, ineguagliabile per le sue dimensioni impressionanti e per l’abbondanza di tesori d’arte. Dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, questo monumento incomparabile è stato costruito tra il 1402 e il 1506 sul sito della moschea principale della città. La Torre Giralda era infatti, in origine, il minareto della moschea costruita nel XII secolo dai governanti almohad moreschi. Questa torre della cattedrale, alta 93 metri, è ancora oggi l’emblema di Siviglia.

Entrando nella cattedrale, rimarrai sorpreso dalle immense proporzioni della navata centrale. L’interno a cinque navate si estende per 117 metri di lunghezza e 76 metri di larghezza e raggiunge i 40 metri di altezza.

La Capilla Mayor (Cappella Maggiore) presenta un retablo splendente, considerato un capolavoro dell’intaglio gotico del legno. Al centro si trova un’immagine d’argento della Virgen de la Sede circondata da 45 scene della Vita di Cristo e della Vita della Vergine. Nel transetto sud si erge un imponente monumento a Cristoforo Colombo, che corrisponde alla sua statura storica.

Dietro la Capilla Mayor si trova la Capilla Real (Cappella Reale). Costruita tra il 1551 e il 1575, questa cappella rinascimentale a cupola contiene le tombe reali. La Sacristía Mayor è una magnifica camera del XVI secolo, che contiene un grande candelabro e un crocifisso di Pieter de Kempeneer. All’interno della Sacristía Mayor, il Tesoro espone la preziosa corona ornata di gemme della Virgen de los Reyes.

Un’altra caratteristica notevole è il Patio de los Naranjos, che era il piazzale della moschea. La fontana ottagonale al centro è un residuo della fontana usata dai fedeli per le abluzioni religiose in epoca moresca.

Sul lato est del Patio de los Naranjos si trova la Biblioteca Colombina. Il figlio di Cristoforo Colombo, Hernando Colón, mise insieme la collezione per questa biblioteca tra il 1496 e il 1539, ed è una delle più importanti collezioni di volumi dell’epoca rinascimentale in Spagna, con un’attenzione particolare agli scritti umanisti dell’età dell’oro. Uno dei pezzi più notevoli della collezione è il Libro de las Profecías, una biografia di Cristoforo Colombo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi