L’Emilia Romagna, una scoperta continua fra città d’arte, natura, mare e scorci mozzafiato

piacenzaE’ la terra del gusto, dei sapori e delle tradizioni, un autentico scrigno di culture. Accoccolata fra l’appennino e il verde intenso delle colline, che degradano verso la costa, sinonimo di divertimento, cultura e ospitalità, l’Emilia Romagna è uno spettacolare coacervo di piccoli e grandi luoghi da svelare.

L’anima ospitale di queste terre bene si coniuga ai rari tesori da scoprire fra città d’arte, natura e scorci mozzafiato.

Per chi ha un’autentica passione per l’arte, lungo la via Emilia le proposte si snodano da Rimini per disegnare un percorso netto che comprende Cesena, Forlì, Bologna, Modena, Reggio, Parma sino a Piacenza.

Tre città vantano il titolo voluto dall’Unesco di Patrimonio Storico dell’Umanità. Parliamo di Modena, dove è indispensabile visitare la Piazza Grande, la Torre della Ghirlandina e il Duomo. Di Ferrara che vanta uno splendido centro storico e le Delizie Estensi, che riportano in auge l’abitare caratteristico di principi e cortigiani di fine Cinquecento.

Per terminare con Ravenna dove è possibile visitare ben otto monumenti paleocristiani e bizantini, ma soprattutto i mosaici d’epoca bizantina, che tutto il mondo ci invidia, un tesoro d’arte e cultura di grande pregio.

Bologna, sinuosa e ghiotta, è Città Unesco della musica. Chi desidera conoscerla un po’ più da vicino potrà scoprire i portici, le torri, i palazzi e gli edifici storici, ne assaporerà i piatti della tradizione portati in tavola con gusto, fra profumi inebrianti e note musicali che sapranno portare ad alte vette le tagliatelle, l’aceto balsamico, il prosciutto, il Parmigiano Reggiano e l’immancabile piadina romagnola.

Il territorio emiliano romagnolo è caratterizzato anche da un patrimonio di minuscoli borghi, arroccati su monti e colline, dove si stagliano castelli e torrioni, così come lungo le valli, da scoprire a piedi o girovagando in bicicletta.

Visitare l’Emilia Romagna sarà un’esperienza coinvolgente con esplorazioni un po’ per tutti i gusti.

Accanto ai percorsi storico-culturali la regione è un’opportunità interessante per chi ama vivere all’aria aperta. Per i camperisti sono presenti ventotto itinerari, calati perfettamente nella natura, mentre sono ben più di cinquanta i percorsi riservati al cicloturismo, una novantina quelli predisposti per gli appassionati di mountain bike, accompagnati alle tante proposte di percorsi ciclabili, collocati sul territorio dei 9 parchi regionali, e ai tanti sentieri dedicati agli escursionisti che amano scoprire il territorio a piedi.

Se in vacanza non potete rinunciare al mare la riviera romagnola fa al caso vostro: in estate con bagni di sole e mare, d’inverno per vivere le splendide località marine magari imbiancate da uno strato di soffice neve, pronte ad accogliervi con l’innato senso di ospitalità ed un numero ragguardevole di eventi.

La riviera romagnola è un susseguirsi di cittadine, novanta chilometri di costa dal fiume Reno fin giù a Gabicce, passando per Rimini, Riccione, Milano Marittima, Cesenatico e Cattolica, zona di confine ed autentica Regina dell’Adriatico dove è utile fissare la dimora vacanziera vista la vicinanza con le splendide zone collinari dell’interno e la collocazione sul litorale.

Alloggiare nelle strutture ricettive a Cattolica è utile per poter visitare le zone limitrofe, disponendo di tutti i comfort e di un territorio dove il clima è sempre mite grazie alla protezione offerta dalle colline circostanti che lo preservano.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi