Istanbul la Turchia da vedere

istanbulIstanbul, fino alla metà del XX secolo, era conosciuta con il nome di Costantinopoli. Questa città è considerata il capoluogo finanziario e culturale della Turchia.

Considerata la terra tra i due continenti, racchiude tra le sue strade e i suoi monumenti una storia lunga 26 secoli. Dalla tradizione all’innovazione, dalla natura alle bellezze architettoniche: Istanbul riesce ad attirare milioni di turisti ogni anno solo per questo.

La città, di fatto, è ricca di monumenti prestigiosi che raccontano la storia di un popolo combattivo e tenace. Il quartiere di Sultanahmet è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Ma state tranquilli: tra i suoi palazzi, le fontane e gli hamam vi perderete nella magia di una città unica.

Cosa visitare ad Istanbul? Ecco,a questo proposito, una mini guida molto utile.

 

Istanbul: ecco cosa visitare

Iniziamo il nostro giro turistico dall’Aya Sofya: si tratta di una bellissima basilica costruita tra il 532 e il 537 per volere di Giustiniano. Questa costruzione non è famosa solo per la sua storia, ma anche perchè è stata dichiarata una delle più grandi opere architettoniche al mondo, sia per dimensione che per bellezza.

Già, perchè per realizzarla vennero utilizzati marmi e pietre preziose, oltre che a colonne proveniente dai templi di Atene, in Egitto.

Ovviamente, i mosaici rappresentano il fiore all’occhiello di questa basilica: essi raffigurano il Cristo, i Santi e la Vergine, ma anche gli imperatori della città.

La Moschea Blu, o Sultan Ahmet Camii, è la moschea più conosciuta d’oriente, ma anche la più visitata. L’interno è completamente rivestito da 20 mila piastrelle in ceramica di Iznik.

La Basilica Cisterna di Istanbul è molto particolare, e merita senza dubbio di essere ammirata: è una struttura sotterranea concepita inizalmente come deposito d’acqua. Per realizzarla vennero impiegate colonne, basamenti e capitelli trovati da vecchi edifici in rovina.

Scendendo una piccola scala, poi, vi troverete in un vero e proprio tempio sommerso: l’atmosfera suggestiva,e l’alto valore simbolico, la rendono una meta davvero speciale.

Proseguendo il nostro giro turistico vi consigliamo di fermarvi per qualche momento presso il Palazzo Topkapi: si tratta del palazzo più bello della Turchia, e rappresenta il potere e la magnificenza dell’impero Ottomano.

Questo edificio è costituito da un labirinto di costruzioni raccolte intorno a 4 immensi cortili. Il tutto viene rigorosamente protetto da mura impenetrabili. Al suo interno potete, ancora oggi, ammirare la bellissima Sala del Consiglio (qui troverete ancora il divano sul quale sedeva il gran visir), la Sala del tesoro (con una vasta collezione di gioielli e pietre preziose), e l’Harem (un insieme di lussuosi appartamenti riservati solo al sultano regnante, alle mogli, ai figli, alla madre e alle concubine del capostipite).

Infine, non potete perdervi la Torre di Galata: questa costruzione domina tutta Istanbul con i suoi 67 metri di altezza.

Ovviamente, la città è grande e vi sono tanti altri luoghi da visitare. Vi consigliamo, quindi, di passare a vedere anche il Grand Bazar e l’Ippodromo di Istanbul: due autentici spettacoli.

 

 

 

 

Cosa mangiare a Istanbul

 

La cucina turca è molto varia,ma anche salutare e ricca di spezie profumate, olio d’oliva e verdure fresche.

Tra i piatti tipici vi consigliamo di assaporare, nei kebapci e nei köfteci, ottimi kebab (di montone o agnello) e i köfte (polpette di agnello con spezie).

Se volete stuzzicare il vostro appetito, vi consigliamo di ordinare nelle meyhane (ovvero le taverne) i meze: questi ultimi sono i tipici antipasti caldi e freddi. Il tutto può essere accompagnato da del buon raki, ovvero un liquore all’anice.

La pasticceria turca, invece, ha come ingrediente principale il miele, il latte, lo zucchero e la frutta secca. Tra i dolci tipici vi consigliamo il baklava (ovvero pasticcini di pasta fillo conditi con noci o pistacchi e cotti al forno), o il muhallebi (un budino al latte addensato con farina di riso e profumato con acqua di fiori di arancio).

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi