Boom turistico nel Nord Ovest Sardegna

Stando a quanto affermano i numeri di Federalberghi Confcommercio provinciale, relativi al mese di luglio, il turismo nell’area del Nord Ovest Sardegna sarebbe ripartito con ottima spinta, generando un business piuttosto dinamico che potrebbe durare a lungo e, per lo meno, alla fine della stagione “lunga”.

In maggior dettaglio, i numeri del mese di luglio forniti dalla stessa associazione riferiscono che, su un campione che comprende 94 attività alberghiere del territorio su 110 operanti in totale, l’indice di occupazione è stato pari all’84,13 per cento, riuscendo così a superare il buon andamento dell’anno scorso, quando l’indice si era fermato all’80,46 per cento. Migliore della media la prestazione di Alghero, principale punto di attrazione di tutta la macrozona, in cui il tasso di occupazione passa dall’83,15 per cento all’84,90 per cento. Il resto del territorio schizza dal 75,34 per cento all’85,09 per cento. Ragionando invece in termini assoluti, emerge che la Riviera del corallo ha registrato in luglio 59.703 visitatori stranieri, ai quali si aggiungono i 21.229 ospiti internazionali diffusi nel resto del territorio.

Sempre dai dati dell’associazione emerge altresì che a contribuire in misura preponderante sul business turistico del Nord Ovest sono stati i turisti italiani, con il mercato nazionale che continua a mantenere un peso specifico determinante, tanto che gli italiani ad Alghero nel mese sono stati 34.290 unità, più i 20.210 visitatori presenti nel Golfo dell’Asinara. Gli arrivi nazionali sono stati 8.261 unità, di cui 4.017 unità ad Alghero e 4.139 unità nel resto della provincia, mentre gli arrivi stranieri sono stati 12.427 unità, di cui 7.941 unità ad Alghero e 4.436 unità negli altri alberghi della provincia.

Il dossier di Federalberghi Confcommercio provinciale si è poi concentrato altresì sulla conformazione della platea dei turisti e sul loro apporto all’economia ricettiva locale. Da tale osservazione è così emerso che le presenze sono prevalentemente europee, con la Germania, la Svezia, la Francia, il Regno Unito e la Spagna che guidano questo particolare gruppo, precedendo tutti gli italiani che registrano oltre 300mila presenze all’anno.

Sempre in termini assoluti, Alghero può ben celebrare quota un milione e 100mila presenze annue su un totale provinciale di due milioni. Fuori dai confini domestici, il primo mercato internazionali è la Svezia, con 150mila presenze all’anno, davanti al Regno Unito con 95mila presente, alla Germania con 93mila presenze, alla Francia con 60mila presenze e alla Spagna con 40mila presenze.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi