Ani e Aspendos, una breve guida

Hai mai sentito parlare di Ani? O di Aspendos? Ebbene, se hai in mente di recarti in Turchia e non sai quali attrazioni scegliere tra le migliaia di opportunità che questa meravigliosa terra ti propone, noi ti suggeriamo proprio di partire da Ani, i cui edifici abbandonati della città, costruita sulla Via della seta, si trovano nelle pianure vicino al moderno confine della Turchia con l’Armenia. Una volta capitale armena, l’età dell’oro di Ani si è conclusa nel XIV secolo dopo le incursioni dei mongoli, la distruzione dei terremoti e i traffici commerciali hanno contribuito al declino della città.

Oggi i bellissimi edifici in mattoni rossi in mezzo all’erba della steppa hanno un effetto ipnotizzante su tutti coloro che li visitano. Da non perdere la Chiesa del Redentore o la Chiesa di San Gregorio, con le loro elaborate murature in pietra e i resti di affreschi ancora visibili.

Un altro punto di grandissima attrattività è rappresentato da Aspendos. Appena a sud di Antalya, la strabiliante massa di mammut del Teatro Romano di Aspendos celebra lo sfarzo e la cerimonia del dominio di Marco Aurelio. Considerato il più bell’esempio di teatro dell’età classica ancora esistente al mondo, è una delle attrazioni principali dell’antichità.

Naturalmente, se ti piacciono le rovine e i reperti storici, sappi che tutta la costa mediterranea della Turchia ha un gran numero di rovine e molte cose da fare. Tuttavia, considerato il meritato relax, noi ti consigliamo di unire il piacere per un approfondimento culturale con un po’ di ristoro attraverso una bella crociera su uno yacht, l’attività preferita per i visitatori di Bodrum e Fethiye.

Qui i ripidi pendii ricoperti di foreste, le insenature nascoste con piccole spiagge di sabbia bianca e centinaia di isole sparse sono il luogo perfetto per esplorare l’ambiente locale. Una delle escursioni più famose è conosciuta come “Crociera Blu” e parte da Fethiye verso sud lungo la costa fino allo sbarco nei pressi dell’Olimpo, sede del famoso fenomeno naturale della Chimaera.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi