Agosto con grandi numeri per il turismo della Liguria

cinque-terre-340348_960_720Stando ai dati forniti dalla Regione Liguria (seppur trattasi ancora di valutazioni preliminari), il mese di agosto si sarebbe concluso con ottimi numeri per il turismo regionale, con le spiagge prese d’assalto dai turisti italiani e stranieri, alberghi quasi al completo, un buon ritorno delle seconde case. Insomma, un vero e proprio bilancio positivo, culminato con un tutto esaurito di Ferragosto, che ha permesso alla Liguria di tornare al centro degli interessi degli italiani.

I dati – sottolinea il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti in una recente intervista rilasciata ai quotidiani locali – dimostrerebbero come le compagne di comunicazione condotte, e in particolare La Mia Liguria, abbiano funzionato con ottimi frutti. È altresì evidente, sottolinea ancora Toti, come la centralità che la Liguria ha riconquistato nel panorama nazionale, possa fungere da positivo traino anche per il settore turistico, che è fondamentale per il rilancio e per la crescita del territorio locale.

In particolare, dichiara l’Osservatorio turistico regionale, dopo una buona crescita a giugno, + 5,5 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015, si è registrato un incremento del 3 per cento a luglio, con un aumento del 10 – 12 per cento sullo stesso periodo del 2014. Le buone previsioni sembrano essere confermate anche per il mese di agosto, se è vero che, ad esempio, i dati della Cn

Stando ai dati forniti dalla Regione Liguria (seppur trattasi ancora di valutazioni preliminari), il mese di agosto si sarebbe concluso con ottimi numeri per il turismo regionale, con le spiagge prese d’assalto dai turisti italiani e stranieri, alberghi quasi al completo, un buon ritorno delle seconde case. Insomma, un vero e proprio bilancio positivo, culminato con un tutto esaurito di Ferragosto, che ha permesso alla Liguria di tornare al centro degli interessi degli italiani.

I dati – sottolinea il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti in una recente intervista rilasciata ai quotidiani locali – dimostrerebbero come le compagne di comunicazione condotte, e in particolare La Mia Liguria, abbiano funzionato con ottimi frutti. È altresì evidente, sottolinea ancora Toti, come la centralità che la Liguria ha riconquistato nel panorama nazionale, possa fungere da positivo traino anche per il settore turistico, che è fondamentale per il rilancio e per la crescita del territorio locale.

In particolare, dichira l’Osservatorio turistico regionale, dopo una buona crescita a giugno, + 5,5 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015, si è registrato un incremento del 3 per cento a luglio, con un aumento del 10 – 12 per cento sullo stesso periodo del 2014. Le buone previsioni sembrano essere confermate anche per il mese di agosto, se è vero che, ad esempio, i dati della Cna per la prima metà del mese hanno rivelato un sostanziale tutto esaurito (98 per cento di riempimento) degli stabilimenti balneari nella settimana di Ferragosto. I dati confermano il trend decisamente in ascesa della Liguria come meta internazionale di riferimento per il turismo balneare, ha chiosato l’assessore regionale al turismo Gianni Berrino.  “Abbiamo intrapreso la difficile sfida della destagionalizzazione, che già nei mesi scorsi ha dato frutti positivi. Fare rete tra entroterra e località della costa nell’ottica di una proposta integrata è sicuramente la strada giusta per presentare ai visitatori un’ampia gamma di servizi e intrattenimenti che – conclude Berrino – solo una regione bella e unica come la nostra, sospesa tra mare e monti, può offrire”.

a per la prima metà del mese hanno rivelato un sostanziale tutto esaurito (98 per cento di riempimento) degli stabilimenti balneari nella settimana di Ferragosto. I dati confermano il trend decisamente in ascesa della Liguria come meta internazionale di rifeirmento per il turismo balneare, ha chiosato l’assessore regionale al turismo Gianni Berrino. “Abbiamo intrapreso la difficile sfida della destagionalizzazione, che già nei mesi scorsi ha dato frutti positivi. Fare rete tra entroterra e località della costa nell’ottica di una proposta integrata è sicuramente la strada giusta per presentare ai visitatori un’ampia gamma di servizi e intrattenimenti che – conclude Berrino – solo una regione bella e unica come la nostra, sospesa tra mare e monti, può offrire”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi