Prosegue la crescita dei viaggi internazionali

formentera-714189_960_720Nonostante l’incubo terrorismo abbia effettivamente portato in contrazione una buona parte dei flussi turistici, il saldo dei viaggi internazionali è comunque molto positivo. E, in fin dei conti, sembra che gli attentati e il clima di tensione globale abbia solamente “dirottato” i flussi verso mete ritenute più tranquille, senza però abolire il desiderio di vacanza al di fuori dei confini nazionali maturato negli utenti italiani e in quelli stranieri.

A confermare quanto sopra è un recente report condotto da Visa, uno dei principali operatori nei servizi di pagamento con carte di credito, secondo cui la crescita dei viaggi internazionali andrebbe esaminata di pari passo con altri elementi di variazione delle abitudini, con i cambiamenti demografici e con i progressi tecnologici che stanno modificando non solamente gli aspetti più macro del comparto, quanto anche le abitudini e i gusti di propensione al viaggio da parte delle famiglie di tutto il mondo.

Più nel dettaglio, sulla base della ricerca che è stata condotta dall’operatore dei servizi di pagamento, è possibile oggi stimare che circa 282 milioni di famiglie clienti di Visa (e pertanto in possesso di una carta di credito appartenente al noto circuito internazionale) effettueranno almeno un viaggio all’estero entro il 2025, con un incremento di circa 35 punti percentuali rispetto al dato che era stato invece rilevato nel corso della precedente edizione, risalente ad appena un anno fa.

Alla luce di quanto sopra, Visa ha cercato altresì di stimare quali possano essere le determinanti che stanno condizionando un così forte incremento della propensione a effettuare un viaggio internazionale, scoprendo che gli elementi sono riconducibili alla crescita della classe media (intesa, nello studio, come le famiglie con oltre 20.000 dollari di reddito annuo), al miglioramento delle infrastrutture per il trasporto e a un maggiore invecchiamento della popolazione, che, in fin dei conti, altro non fa che allungare i tempi a disposizione per viaggiare.

A ulteriore integrazione rispetto a quanto sopra, lo studio di Visa sottolinea come la spesa media annuale destinata dalle famiglie alla voce degli spostamenti al di fuori dei confini nazionali raggiungerà una media di 5.305 dollari per viaggio.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi