Messico cosa vedere

rovina mayaIl Messico, una delle aree più ricche e più belle del mondo. Una vacanza in Messico merita di essere organizzata bene, senza tralasciare nulla, o lasciarlo al caso. Se si pianifica una vacanza in Messico, questa non può durare meno di 15 giorni, a dir poco, questa è una premessa importante per poter poi programmare il viaggio.

In Messico ci sono città moderne e al contempo grandi siti archeologici e moltissimi musei. Ma chi viene in Messico, lo fa anche per godere delle sue splendide spiagge, dove si concentra tutta la ‘movida’.

Partiamo e iniziamo da una informazione di servizio, molto utile: la moneta locale è il peso, al plurale ‘pesos’. Dopo un volo di parecchie ore, circa 13/14, a seconda da dove si parte, ma più o meno sono queste, facciamoci un primo “giro” nella sua capitale, Città del Messico.

Per visitare solo questa città ci vorranno più o meno tre giorni pieni. Passeggiando tra le sue strade, scopriremo una città coloratissima, che varia molto di zona in zona. Ci stupirà vedere come cambia la condizione dei quartieri poveri e degradati a quelli ricchi e lussuosi.

Nella capitale facciamo una visita al Museo Nazionale di Antropologia, dove possiamo entrare in contatto con la storica e famosa popolazione Maya.

All’interno del Museo si trova custodita la famosa Piedra del Sol, il monolite azteco.

Secondo step, il Palazzo delle Belle dove possiamo ammirare i murales del pittore Diego Rivera, il pittore che rappresentò la storia dei Maya dalle sue origini e la storia del popolo messicano.

Prossima tappa, la Basilica di Nostra Signora di Guadalupe, una delle mete principali di raduni e pellegrinaggi.

I siti archeologici sono un’altra delle mete più prestigiose in Messico. Il più famoso è Chichén Itzà che ci farà fare un tuffo con immersione nella storia e vita quotidiana del popolo Maya.

In questa area possiamo scoprire la piramide di Kukulkan, dichiarata patrimonio dell’Unesco.

Potrete poi ammirare l’Osservatorio Astronomico o il Campo per il Gioco della Palla. Un’altra tappa è Uxmal, dove chi vorrà potrà arrampicarsi sull’imponente Gran Piramide, alta 32 metri.

Prossima meta, Teotihuacan, dove vi sono le Piramidi del Sole e della Luna. E poi dritti verso Cancùn o Tulum, città da non perdere, luoghi ideali dove godere di sole e mare. Qui le spiagge sono bianche e l’acqua è cristallina e pullulante di pesci tropicali.

Se siete indecisi rispetto al viaggio in Messico, concludiamo dicendo che sono tante le ragioni per farlo, dalla bellezza delle spiagge della riviera Maya alle rovine, lo Yucatana, la natura incontaminata di Chiapas e anche… il cibo messicano!


I piatti messicani sono diversi a seconda della località, ma solitamente si presentano sempre con tortillas, arroz (riso) e frijoles (fagioli). Ma tranquilli, un mito da sfatare riguarda la credenza che il cibo in Messico sia tutto piccante, non è così! Sono le salse che eventualmente danno un gusto piccante o meno.

In Messico possiamo mangiare piatti e ricette tipiche condite con arroz (riso), tortillas e frijoles (fagioli), carne, uova e tutti gli ingredienti più comuni. Fra i piatti più tipici abbimao le tacos, tortillas cotte alla piastra e farcite con carne (pollo, arrachera, sirloin, chorizo, carnitas etc…) o marisco (calamari, gamberi, pulpo etc…), e le tortas, un panino farcito con pomodori, cipolle, avocado, formaggio, frijoles e carne. Un altro piatto tipico sono le enchiladas, piccole tortillas farcite di pollo e formaggio, servite in un piatto con riso e fagioli.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

code

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi